Fall Festival #stayindependent II Edizione 2017

News dal Fall Festival

23, 24, 25 e 26 Novembre 2017

RobertoMarino-1200x985.jpg

30 novembre 2017 0

Dopo il seguitissimo workshop del Maestro Roberto Marino al Fall Festival 2017 stiamo raccogliendo le iscrizioni al Corso di Musica per Immagini che inizierà ad inizio anno nuovo 2018. Per prenotarvi e per informazioni più tecniche scrivete a workshop@mumblerumble.it indicando in oggetto “Musica per immagini del Maestro Roberto Marino”. Affrettatevi! #stayindependent


domenica9.jpg

28 novembre 2017 0

Si è conclusa domenica 26 Novembre 2017  la seconda edizione del Fall Festival #stayindependent.

Un festival necessario, un incontro di tantissime realtà, un programma ricchissimo e pieno di parole, immagini, musica, emozioni.

La giornata finale è stata caratterizzata da questo programma:

ore 11.30 SALA A

Laboratorio di coding “Crea la tua musica con Scratch” a cura dell’Associazione “Mind the Gaps”

ore 11.30 SALA B

Necessitates scriptor
Quando una necessità’ incombe, un libro da scrivere non resta più un sogno
a cura di Sergio Mari e Marcello Napoli

ore 16.30 Proiezione del documentario “Tell me about your blues” Attività e parte della vita di musicisti del territorio con oltre 20 anni di esperienza. Regia di Mauro Leone.

ore 17.30 Videoclip. Istruzioni in allegato
Con
Luigi Marmo, regista (Hobos Factory)
Francesco Paglioli, direttore della fotografia e produttore (Unitalia)
Modera: Roberto Policastro, Art Director (XXXV)
In anteprima si proietterà il nuovo video di Alberto Stylòo in uscita per il 2018

ore 18.30 Performance “Giallo Rock – The man in black” a cura di LaB laboratorio teatrale S.Massimo

ore 19.30 Talk/Proiezione del mediometraggio “La Consegna” a cura di Gerry Petrosino e Vincenzo Campitiello. Ospite l’attore Claudio Lardo

 ore 22.00 Daniel O’Sullivan live at Mumble Rumble (Salerno)

 A seguire DjSet NoProject


workshopMarino.jpg

25 novembre 2017 0

Terzo giorno del Fall Festival 2017 #stayindependent

Dalle 10.30 il maestro Roberto Marino sta tenendo un workshop sulla “Musica per le immagini” molto seguito

ore 16.30 Talk “Essere indipendenti al Sud” IV Edizione. Stato dell’arte della musica indipendente del territorio. Ogni etichetta partecipante parlerà del proprio progetto. Con interventi tra gli altri di Luigi Nobile per il MOA – Museum of Operation AvalancheAnacleto Vitolo di Manyfeetunder etc..

ore 18.00 Presentazione del Libro “Nuove Geografie del suono”+Performance a cura di Leandro Pisano e Barbara Nardacchione

ore 19.00 Amleto de Silva presenta “Il dizionario illustrato dei #giovanimerda” & “I nuovi 10 peggio”. Modera Alessandra De Vita

dalle ore 21.00 showcase delle band (in ordine casuale)

Giovanni Di Donato
The Citizen
Instant Lake
Il Piccolo Bu

A seguire DjSet Billyman Ruparupa Promoz


fall2017big.jpg

12 ottobre 2017 0
Cari Tutti,
anche quest’anno ripeteremo l’avventura del Fall Festival #stayindependent al Mumble Rumble di Salerno (http://www.mumblerumble.it).
 
Il Mumble Rumble è un’Associazione Culturale di promozione sociale senza scopo di lucro.
 
E’ attiva dal 1983 della città di Salerno.( L’Associazione dal 1985 è un circolo della rete Arci, pertanto l’ingresso è riservato ai Soci.)
Molti sono i musicisti ormai affermati nel panorama nazionale che in questi 34 anni si sono formati nella nostra Associazione e essa risulta ancora un punto di riferimento per i professionisti e tutti gli appassionati del mondo della musica del territorio.
 
Nella sua prima edizione il festival ha ospitato reading, dibattiti, workshop, concerti, showcase.
 
La seconda edizione si svolgerà in 4 giorni dal 23 al 26 Novembre 2017 sempre nei locali del Mumble Rumble (sito in via Loria 35 nel quartiere Pastena di Salerno) ed ospiterà circa 20 realtà tra Etichette/Progetti/Maker/Associazioni del territorio. Il sito ufficiale del festival è http://fallfestival.mumblerumble.it
 
VUOI PARTECIPARE?
C’è ancora spazio! FATTI SENTIRE! mandando una mail fallfestival@mumblerumble.it
 
Come nella prima edizione ci saranno talk, workshop gratuiti, presentazioni di libri e progetti indipendenti, concerti e showcase.
Lo spazio espositivo è gratuito così come è gratuito l’ingresso dei visitatori per la quasi totalità degli eventi.
 
Il Mumble Rumble offre uno spazio in cui l’espositore potrà promuovere le proprie produzioni e confrontarsi con gli altri durante tutta la durata della manifestazione.
Inoltre ogni espositore (le etichette in particolare) potrà far esibire un gruppo del roster per uno showcase (di circa 20 minuti. nb: può variare in base a quanti showcase ci saranno).
 
NB: Non sono previsti rimborsi spese per i gruppi musicali, così come per gli espositori.
 
Il giorno 25 Novembre si svolgerà alle ore 16,30 il talk “Essere indipendenti al sud (IV edizione)” in cui ogni espositore potrà parlare del proprio progetto e confrontarsi pubblicamente con gli altri.
L’intera manifestazione verrà trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook del Mumble Rumble
 
Durante la manifestazione, la mattina ed il pomeriggio, ci saranno workshop gratuiti su vari argomenti che espiciteremo una volta finito il programma.
 
L’espositore è tenuto ad essere presente durante tutta la manifestazione in modo da rendere questo progetto quanto più fruttuoso possibile per la propria attività.
 
Per ogni altra informazione restiamo a vs completa disposizione.
 
Restate connessi con noi.
 

kasparelafine-1.png

6 dicembre 2016 0

Condividiamo un’idea di Ferdinando Farro e i tizi di Kaspar house+ La Fine (presenti al Fall Festival I edizione):

 

Questa è una nuova follia in cui ci imbarchiamo con Kaspar House e La Fine. Finora l’abbiamo rivelata solo a pochi eletti e il parere è stato unanime: sit pacc (siete pazzi).
Aderite, diffondete, a presto ulteriori dettagli.

Be a virus

Gesù entrò poi nel tempio e scacciò tutti quelli che vi trovò a comprare e a vendere; rovesciò i tavoli dei cambiavalute e le sedie dei venditori di colombe 13e disse loro: “La Scrittura dice: la mia casa sarà chiamata casa di preghiera ma voi ne fate una spelonca di ladri”.
Vangelo secondo Matteo
Capitolo 21

L’arte è un mercato parallelo a quello dei beni di consumo in cui vigono le stesse leggi, fondate sull’economia e sul profitto, e le stesse strategie di promozione-marketing del prodotto. In questo mercato qualsiasi creazione nata per comunicare, veicolare un messaggio, esprimere la propria individualità o dare voce a un’istanza collettiva diventa un oggetto comune assoggettato a un’economia di mercato, valutabile secondo dei criteri estetico/formali.
Relativamente a quello di cui ci interessiamo, la musica, vogliamo provare a distruggere o quantomeno danneggiare questo mercato.
Agendo come un virus – in maniera virale.
A partire dal 1 Gennaio 2017 pubblicheremo ogni giorno una nuova uscita, dai 5 ai 15 minuti di audio, cercando di intasare quanto più possibile la catena produttiva e i media che la supportano, inviando centinaia di mail e comunicati, spammando sui social, cercando ogni modo possibile per mandare in overload il sistema.
Chiaramente non siamo sicuri di riuscirci con le sole nostre forze ma ci proviamo, e se volete aiutarci potete farlo in diversi modi:
– Mandandoci quando volete, durante tutto il 2017, dai 5 ai 15 minuti di audio (potete dargli un titolo e un nome e un artwork, altrimenti provvederemo noi a farlo)
– Spammando a più non posso ogni uscita
– Se avete una distro potete tranquillamente usare la nostra idea e fare la stessa cosa, oppure aderire alla nostra campagna (contattateci per sapere praticamente cosa fare)

Partecipate!

 


giulio.jpg

22 novembre 2016 0
Si è chiuso nella serata di domenica 20 novembre, con un risultato molto positivo, il Fall Festival a Salerno, un nuova evento di comunicazione culturale seguito in questa prima edizione da una schiera di addetti ai lavori arrivati da tutta Italia e da un pubblico non solo locale, attento e partecipe.
Fall Festival è stato anche tappa intermedia di “Attentato Alla Musica”, festival itinerante organizzato dalla torinese Toast Records.
Punto di riferimento per i tre giorni di attività, lo storico rock club Mumble Rumble, sede dell’omonima Associazione.
Tra le varie iniziative svolte (concerti, show-case, talk, poetry reading, mostra mercato) da segnalare il dibattito “Essere indipendenti al Sud“ (19 novembre, ore 18,00).
Un incontro decisamente riuscito, non solo per la massiccia presenza di pubblico (che ha gratificato ampiamente gli sforzi degli organizzatori), ma anche per la qualità degli interventi, tutti estremamente interessanti.
Ha moderato Max Maffia, tra gli ideatori principali del Festival, affiancato da Giulio Tedeschi, label manager della Toast Records, decana della case discografiche underground italiane.
Ricordiamo i relatori, in ordine di “apparizione”. Alessandro Liccardo che ha avuto l’ingrato compito di rompere il ghiaccio, descrivendo l’interessante e innovativa metodologia operativa della Volcano Records, che punta non tanto a produrre esecutivamente nuovi progetti, ma a supportarli sul versante promozionale e d’immagine. Di seguito, Carlo Venezia, musicista e coordinatore della Desert Dagos Records, giovane esperienza romana da tenere d’occhio, anch’essa intenzionata a puntare verso i servizi, non disdegnando, in parallelo, la produzione su digitale e analogico. Terzo intervento quello di Francesco Palumbo, della Kingdom Music, che ha descritto con meticolosità l’operato della label, che opera felicemente nel solco della tradizione discografica.
Ha continuato Roberto Policastro, figura ben nota a Salerno, riassumendo l’attività multimediale della XXXV, team impegnato sul versante della produzione musicale & video, che in soli tre anni ha raggiunto alcuni risultati creativamente pregevoli, proiettati a livello nazionale. Di seguito, Antonio Giordano, dell’Associazione votata alla musica popolare Daltrocanto, che ha sottolineato il significativo successo di nicchia della stessa. Di seguito, il critico Antonio Ciarletta, che a beneficio della componente più giovane della platea ha descritto con precisione il percorso delle etichette discografiche indipendenti partendo dall’esperienza pionieristica della Sun Records. Non è mancato il colpo di scena finale quando, senza censure, ha rivelato una certa, giustificata, sfiducia nella nutrita e forse troppo affollata scena indierock italiana.
Conclusione a cura dell’avvocato Margherita D’Andrea, che ha descritto a grandi linee Control (CTRL). Il progetto in questione nasce da un gruppo di lavoro ad inizio 2016. Obiettivo, sviluppare nel tempo, una piattaforma cooperativa online, dove reperire tutta una serie di servizi, tra cui indicazioni per snellire i delicati meccanismi del diritto d’autore.
L’intervento è stato incalzato da Tedeschi, che ha richiesto a più riprese maggiore chiarezza e precisione, non ottenendo però la desiderata soddisfazione.
L’appena descritto “Essere indipendenti al Sud“ segue due precedenti edizioni. Quella svolta a Lamezia Terme nel 2008, in occasione del Demo Fest e l’altra del 2014 a Salerno, per “Attentato Alla Musica” di quell’anno.

staff-1200x800.jpg

21 novembre 2016 0

Tre giorni di condivisione, di confronto, di creatività, di ascolto, di rispetto.
Tre giorni in cui si sono abbattute tutte le differenze di età, cultura ed estrazione sociale.
Tre giorni in cui ho rivisto la Salerno che mi piace, la Campania che mi piace, l’Italia che mi piace.

Ringrazio infinitamente prima di tutti Benny De Santis prima perché esiste e poi per tutto il resto, Angie Avallone per il lavoro durissimo, dalla grafica, alle foto ed ai video fino alla fatica fisica in condizioni a volte impossibili, i ragazzi irpini che hanno lavorato al bar ed in cucina rendendo questo viaggio gAstronomicamente notevole e sostenibile, Michele Schiavino per il suo preziosissimo supporto dall’ufficio stampa al contributo cinematografico, Roberto Virtuoso per la sua professionalità e puntualità, per la competenza e per la qualità del suo servizio di streaming online con cui ha seguito l’intera manifestazione, Willy Carusio e Danilo Napolitano per le fatiche al mixer ed il supporto logistico, Giulio Tedeschi per aver condiviso con noi la sua immensa esperienza in materia e per l’amicizia che ormai ci lega da anni, Gianni Milano per le sue parole resistenti e per la sua poesia che ci indica la strada, la zona orientale della città semplicemente per l’immensa sopportazione, tutti gli organi di stampa che ci hanno seguito di cui produrremo una attenta rassegna sul sito e tutti quelli che ci hanno sopportato e supportato in questi giorni frenetici, le etichette e le realtà tutte intervenute, le band, gli artisti, i folli, i battuti ed i beati.
Poi vorrei poter ringraziare tutti singolarmente ed abbracciarvi forte, così come avete fatto voi con me, con la vostra presenza e con la vostra partecipazione, ma poiché siete troppi, mi “limiterò” a dirvi che stanotte è stato molto difficile togliersi questo pass dal collo e che non vedo l’ora di indossarlo nuovamente per la prossima edizione del #fallfestival, nel 2017 sempre grazie a quel posto magico, diversamente pronunciabile, che resiste da 33 anni e cioè il Mumble Rumble
Grazie a Tutti Voi, dal primo all’ultimo.
#stayindependent Buona Strada!


sindaco3
concita1
whatsapp-image-2016-11-15-at-13-51-01
tavolo5
8channell
lardo1
telecolore2
sindaco5
salernonotizie1
maxsindaco
tavolo1

15 novembre 2016 0

Siamo felici, sì lo siamo!

Stamattina nella Sala del Gonfalone del Comune di Salerno a Palazzo di Città eravamo in tanti.
Siamo contenti della risposta della stampa (giornali, magazine, tv, radio) e delle istituzioni.

Il nostro primo grazie va al Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli che con un suo messaggio di “in bocca al lupo” ha dato il via ufficiale alla conferenza stampa dichiarando che “ha un debole” per il Mumble Rumble. Questo ci fa sentire meglio. Dopo tanti anni di attività la riconoscenza del Primo Cittadino è fondamentale per noi. Speriamo di vederlo al Festival, come lui stesso si è augurato di fare, non in veste istituzionale, ma da normale cittadino.

Ci preme poi ringraziare (in ordine sparso):

  • Telediocesi
  • Radio Bussola 24
  • LiraTv
  • ZeroOttoNove
  • Metropolis
  • Otto Channel
  • La Città
  • Salerno Notizie
  • Il Mattino
  • Metropolis
  • Telecolore
  • Radio Castelluccio
  • 7Salerno

Questi i primi video delle nostre interviste:

Da Otto Channell (canale 696)

Da LiraTv (dal minuto 25:28)

Da Salerno Notizie

Intervista a Radio Bussola 24 a cura di Jessica Fiorillo

 

stay tuned! #stayindependent

 


logofallgrandeverde.png

11 novembre 2016 0

Manca poco più di una settimana all’inizio del Fall Festival, I Edizione, 2016.

Sono nervoso, in fondo lo sono sempre prima di suonare, o di fare qualunque altra cosa mi tocchi così nel profondo.
Organizzare un festival, anche piccolo come questo, comporta un lavoro estenuante, meraviglioso fatto ancora di scoperte e di sorprese.

Il Mumble Rumble esiste da 33 anni, lo frequento praticamente da sempre, è il posto che ha dato rifugio ai folli di questa città e non solo, ha dato rifugio ed insegnamento a me e ad una miriade di amici musicisti del territorio. Ogni volta, ogni anno che passa, questo posto mi sorprende sempre un po’. Ci trovo gente nuova, gente che ha voglia di lasciare una traccia e che ha voglia di tornare, e gente che sogna ancora, che crede fermamente che tutto può e deve cambiare inesorabilmente.

La riuscita di questo Festival non dipende però solo da noi che lo organizziamo, ma dipende soprattutto da voi che verrete a vederlo. Si, dipende da voi e dipende da quello che farete durante e dopo lo svolgimento.

Noi ci mettiamo lo spazio, lo sforzo, l’esperienza, voi potete farne l’uso che volete e portarvi a casa un carico nuovo di curiosità, di idee, di progetti che molto probabilmente, come me, non pensavate proprio potessero esistere.

Ci sono delle cose meravigliose in pentola, ma voi dovete avere appetito.

Non deludeteci, venite, non siate pigri, non ve lo meritate.

Stay Independent, ci vediamo al Fall Festival.

Max.